BIOGRAPHY

No comments


Vincenzo Marretta, musicista e compositore di Santo Stefano Quisquina (AG) nasce il 23 Settembre 1989. La carriera ufficiale di musicista inizia nel 2003 come batterista di alcuni gruppi della zona: Sonomia 7, Legame Metallico, Last Minute JS, BSV, Velaut, Damned Domination, A Fleetin’ Glimpse e Levana.
Con l’avvicinamento già dal 2005 ad altra strumentazione inizia la carriera di compositore con la prima canzone scritta interamente in digitale.
Nel 2009 inizia la lavorazione di un album autobiografico completato solo in demo.
Nel 2012 riprende alcune delle vecchie composizioni e con l’aggiunta di alcune nuove idee compone il suo primo brano presentato al pubblico: “My Satisfaction is the Agony” proiettandosi definitivamente nel genere psicologico e introspettivo. Nello stesso periodo viene ripresa una canzone del 2009: “Illusion (The end)” dando così inizio alla creazione della “Trilogia dell’illusione”. Sarà nel Maggio 2013, con l’uscita della prima versione demo de “La triste storia di un anima in pena” che il genere psichedelico incontra la lingua italiana e quindi una nuova frontiera da percorrere. Arrivano anche dei riarrangiamenti di alcuni brani ad evidenziare anche l’avvicinamento all’acustico.
Gli anni 2008-2015 sono stati caratterizzati da collaborazioni con molti artisti locali, numerosi live anche oltre i confini regionali, partecipazioni a festival e concorsi che sono stati essenziali per una definitiva maturazione artistica; È del 2009 il concerto dei Damned Domination al Transilvania di Bologna mentre nel 2011 insieme ad una delle sue band apre il concerto di Pino Scotto.
É in questi anni che alcune delle idee fondamentali quali il rispetto per l’arte e l’artista diventano forti fino a segnare tutte le scelte artistiche future.
Nel 2012 crea insieme all’amico Bruno Cullaro il “Quisquina Music Fest” denominato il primo festival di musica veramente libera, dove l’artista è al centro, il contesto ideale dove esprimere la propria arte senza nessun pregiudizio.
Nel 2013 presenzia e dirige il dibattito socio-culturale “Musica in parole”, un incontro di riflessione fondato sul tema del rispetto per l’artista, l’arte e la musica da ieri al business contemporaneo, un’analisi dal punto di vista tecnico, psicologico e commerciale.
Negli anni 2013-2015 si dedica insieme all’amico Libero Reina alla composizione di brani di musica celtica presentandoli al concorso canoro di Santo Stefano Quisquina e ottenendo due primi posti nella categoria strumentisti e il premio “Totò Farina” della critica.
Finalmente dopo 6 anni, dalle idee della demo del 2009 inizia nel 2015 la lavorazione a quello che poi sarà annunciato come il primo album solista HERE I AM AT THE END un concept album che narra il percorso psicologico che una persona si trova ad affrontare in un momento particolare della propria vita. L’album è stato accompagnato dal primo videoclip ufficiale “Come Back”, nonchè primo singolo tratto da HIAATE. Il 10 Luglio 2015 “Here I Am At The End” è stato rilasciato al pubblico. Quanto narrato da HIAATE si riflette anche sulla vita, il percorso è compiuto, inizia una nuova fase, la meditazione, la fase definitva, ancora più oltre.
Nel giugno 2016 viene presentato il singolo “Un giorno” che ottiene il premio “Totò Farina Golden Talent 2016″.
Nel gennaio 2018 arriva il momento di scrivere un nuovo capitolo, inizia il lavoro per quello che poi diventerà il secondo album solista dal titolo “Il seme della follia”. A differenza del lavoro precedente questa volta l’album vanta la collaborazione con altri artisti che ne hanno influenzato le sonorità finali, contaminando il genere psicologico del precedente e creandone la sua diretta evoluzione. Le registrazioni si sono concluse nel giugno del 2018 e il primo singolo “Metamorfosi”, accompagnato da un nuovo videoclip, è stato rilasciato al pubblico il 31 agosto dello stesso anno. “Il seme della follia” è stato rilasciato il 30 settembre ed è distribuito sia in versione fisica che digitale sui principali stores: Itunes, Google Music, Amazon e in streaming su Spotify e Deezer.
Nel mese di Marzo del 2020 arriva il singolo “Il seme della follia”, il secondo tratto dall’omonimo album.